Io non lo so, chi già ragione e chi no….

Ciao!

In questo post voglio esprimere alcuni miei pensieri; oggi mi sono alzato tardi, ho deciso di lasciare scorrere la mattinata dedicandomi al dolce far nulla,  ho dato un occhio a Facebook e la mia tristezza è cominciata ad aumentare.

Premessa, come avrete capito dal titolo, su determinati argomenti di questo post, non voglio esprimere giudizi di merito, ho le mie idee ma non voglio parlare di quelle, con queste mie parole mi va di trasmettere le emozioni che ho provato…..ho scritto su determinati argomenti, perché su altri esprimerò in modo molto forte invece ciò che penso.1280px-special_olympics_logo-svg

Sfoglio la home, scendi scendi scendi….Tò un video del mio caro amico Pino, come si intitola? “Incazzatura mattutina”,  vediamo cosa è successo?….guardo il video ed ovviamente mi incazzo anche io; dovete sapere che Darian Pinè è costretto sulla sedia a rotelle; il motivo “dell’incazzatura mattutina” è un coglione di Reggio Calabria (ma poteva essere di qualsiasi città poiché sono sparsi per tutta l’italia e non fanno distinzione di sesso, razza ed etnia) che allegramente sostava  nel parcheggio delle poste riservato ai portatori di handicap. Non starò qui a riportare il video di Pino, voglio solo esprimere  la mia emozione,  mentre guardavo le immagini ho provato rabbia; la rabbia è un ottimo sentimento, bisogna imparare a dominarla ed incanalarla, non va repressa va lasciata fluire e vi assicuro che  la si può trasformare in forza ed energia positiva…..ora nel mio caso, fossi stato a Peggio Calabria (non è un errore è sarcasmo, è la mia città e ne tesso le lodi, ma quando le cose non vanno credo che criticare, anche aspramente, sia giusto oltre ad essere da stimolo per lo sviluppo e la crescita…..e, comunque, preciso che queste cose succedono ovunque ma non deve essere una scusa, anzi dovrebbe esser motivo di maggiore indignazione), avrei incanalato la mia rabbia sulle gomme del mercedes del tizio in questione; bastardo, a piedi devi restare! Anzi bastardo pezzente e morto di fame perché giri col mercedes ma piuttosto che pagare 1 euro di parcheggio ti metti nel posto dei portatori di Handicap, testa di cazzo! (come,non si dice Testa? Hai ragione scusa la volgarità; leggendo pensi che facendo ciò che ho scritto non avrei sfruttato la mia rabbia per generare positività? No, qui ti sbagli di grosso! Perché da non violento io non sfogo sulle persone, né su gli animali né sulle cose……per esser precisi non su tutte le cose, in questo caso probabilmente dar fuoco alla macchina del tizio non sarebbe stato uno sfogo ma un gesto utile alla comunità poiché ,ci sarebbe stata in giro un mercedes di un coglione in meno); terminato il mio sfogo, ci tengo a dire, che se il mondo va a rotoli è perché in tanti non sviluppano doti fondamentali come ad esempio l’empatia, perché non ci si immedesima nell’altro, non si guarda con i suoi occhi, quando ero ragazzino mi hanno insegnato che si cammina al passo dell’ultimo e da allora io ho deciso che quello sarà il mio passo per il resto dell’esistenza…..nei miei articoli provo a dare delle dritte su come diventare persone di successo, quindi anche in questo non posso esimermi…..per essere una persona di successo non basta avere soldi, una bella parlantina magari per “rimorchiare”, esser bravo a convincere la gente a far ciò che vuoi ed essere altrettanto bravo ad entrargli dentro la testa, potrai sviluppare  mille caratteristiche e qualità ma, se poi non le sfrutti per aiutare il prossimo e per lasciare questo Mondo un pò migliore di come lo hai trovato beh, allora amico mio, mi dispiace per te ma non sarai mai una persona di successo.

La mattinata non è finita, proseguo nel curiosare  sulla home di “Faccialibro” e trovo due articoli, postati dal mio caro maestro ed amico Max, che mi fanno riflettere…..in verità prima mi hanno fatto riflettere e poi mi hanno fatto piangere; hai presente quando le lacrime scendono dai tuoi occhi da sole e senti il cuore  graffiato, ferito, lacerato, ecco in quel modo.

Potete trovare Qui il link del primo e qui il link del secondo qualora vi venisse voglia di leggerli.

Riguardo l’argomento di questi articoli non voglio esprimere nessun  giudizio, ho delle idee ed un mio parere in merito ma voglio comunicare altro ora;  ho sempre visto nello sport uno strumento per abbattere le barriere, i miei atleti speciali (ed amici fraterni da sempre praticamente) mi hanno insegnato cosa vuol dire essere tutti uguali, cosa significa superare i propri limiti, impegnarsi al massimo e soprattutto cosa vuol dire essere sportivi e praticare lo sport  nella sua forma più vera….che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze….questo è il giuramento che si recita all’inizio di tutti i giochi Special Olympics e questo è il vero senso dello sport  e per me anche della vita; nessuno partecipa tanto per partecipare, si corre tutti per vincere; può però succedere che qualcuno corra più veloce di noi e ci batta, bene non è una tragedia l’importante è aver dato il massimo ed essere pronti a ripartire e ad allenarsi duramente perché ci sono tante altre gare da correre, da vincere e da perdere; tante gare in cui, arrivati al termine, gioiremo insieme ai nostri sfidanti festeggiando all’arrivo; vinto o perso non importa, è importante l’aver corso!paralimpiadi-rio-2016

Leggere di  Marieke mi ha fatto riflettere, mi ha rattristato e mi ha fatto piangere; è una campionessa e soprattutto una donna che porta dentro se una forza che la maggior parte delle persone nemmeno si sogna!  Mi ha rattristato e fatto piangere perché se una come lei, nata per combattere, non ha più la forza  vuol dire che sta soffrendo parecchio; Non voglio entrare in merito al fatto che dovrà dichiarare tutti i medicinali che utilizza all’antidoping (comunque questa cosa fa aumentare la mia tristezza) , ho altri pensieri ora nella testa ed altre sensazioni nel cuore;  leggere mi fa soffrire: pensare al dolore che prova lei, a quello che devono sopportare i  miei atleti speciali e tutti gli atleti speciali del mondo mi crea dentro una sensazione strana, un vero e proprio malessere fisico; le parole scorrono davanti ai miei occhi e vorrei poter prendere io addosso tutte queste sofferenze scaricando lei e più persone possibile dal dolore…ma non è possibile ed inoltre non me lo permetterebbero, perché sono anche loro Guerrieri di Pace e sanno che quelle sono le loro battaglie, spetta loro combatterle; mi permettono però tutti i giorni di stare al loro fianco e di camminare insieme, ed io sarò sempre lì, costi quel che costi. Il pianto  poi, scorrendo nell’articolo rallenta e lievemente si trasforma in sorriso, quando leggo che durante il suo addio, Marieke non ha previsto lacrime e cerimonie funebri ma vuole un’orchestra e che tutti i presenti abbiano un bicchiere di champagne e brindino per lei, ha deciso di farsi cremare e di spargere le ceneri a Lanzarote……anche nel decidere di staccare la spina prova a regalare qualcosa agli altri e, come mi ha insegnato la mia nonna bisogna sempre accettare un dono fatto di cuore è buona educazione, quindi sorrido e la ringrazio. Non riesco ad immaginare il dolore che  Marieke prova, le sofferenze devono essere davvero forti, vorrei alleviarle ma non mi è possibile; mi chiedo come facciano tante persone a vivere con gli occhi chiusi, a essere insensibili, a non interessarsi degli altri, a vomitare odio, intolleranza e razzismo in tutte le situazioni immaginabili dovrebbero prendere esempio dalla mia gente, un popolo senza limiti e confine ne mentali ne fisici, che magari soffre e lo fa in un dignitoso silenzio, combatte e non si ferma mai, gente che vive davvero fino in fondo  e ad occhi aperti vede! L’articolo del “fatto quotidiano” si chiude così: “Ci sarà un solo farmaco, la musica e poi Lanzarote, dove la lava si mescola con il mare come nella sua vita si sono intrecciate la voglia di vivere e di morire. Così distanti, così vicine.”,  sono delle parole adatte e anche io concluderò il mio post qui…..

“Non sono il migliore del mondo, ma penso che nessuno sia meglio di me”

Pikkio(QQ) Vanitoso

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Annunci

14 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Liza
    Set 08, 2016 @ 18:59:38

    Certe cose sn da sbrocco mentale.😡

    Rispondi

  2. ildiariodellaprofesora
    Set 08, 2016 @ 19:26:18

    dire che hai cominciato col botto è dire poco 😀
    ne hai per tutti
    che bello che c’è ancora gente che sappia dire la sua

    Rispondi

    • pikkio82
      Set 08, 2016 @ 19:29:32

      Eh eh grazie….diciamo che non sono propriamente all’inizio….anche se il cammino è lungo 😉 Comunque credo che esprimere i propri pensieri, sensazioni ed emozioni sia sempre un bene e tutti dovrebbero farlo, così come bisognerebbe sempre combattere le ingiustizie, ognuno con le proprie armi per carità, ma comunque senza tirarsi mai indietro 😉

      Rispondi

  3. Silvia
    Set 08, 2016 @ 20:37:29

    Dal tuo post, e leggendo gli articoli, cosa che dovrebbero fare tutti, si dovrebbe imparare a lamentarsi di meno per vere stupidaggini senza senso, ed ad avere più coraggio e determinazione, che a Marieke di certo non mancano!
    Buona serata.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: