Una delle mie avventure scoutistiche

Eccomi con una nuova puntata della rubrica “Ritorno al passato”! Oggi riprenderò il post di una delle mie avventure scoutistiche,  come per le altre volte, ciò che è scritto in rosso è roba moderna scritte nell’anno domini 2016, il resto scritto in blu risale a  circa 55 milioni di anni fa, buona lettura!

back-to-the-past

 

Quella che vi sto per raccontare è una delle avventure  più belle della mia vita…chiedo scusa a tutti i miei compagni di noviziato che, sicuramente non saranno d’accordo, ricordandola ancora come una mezza tragedia! (devo dire che a quei tempi io e l’italiano eravamo davvero nemici giurati, e poi tutti quei “xkè” “ke” “nn” ma come minchia scrivevo?!?! Tralasciando le sofferenze inferte alla lingua italiana  in quel periodo, chiedo scusa ancora oggi ai miei compagni perchè, per alcuni di loro, davvero è sttata un’esperienza tragica; chiedo anche scusa a tutti quelli che leggendo il post si saranno chiesti: “ma che minchia è sto Noviziato?”; al tempo probabilmente ero convinto che tutto il mondo fosse  scout, in ogni caso è una branca che raccoglie i ragazzi che fanno il passaggio dal “reparto“, quindi dagli 11 ai 16 anni, al “clan” quindi dai quasi 18 in poi; la terra di mezzo fra questi due gruppi si chiama “Noviziato”, bene proseguiamo!)

Allora, innanzitutto, dovete sapere che  è usanza dei gruppi scout,  quando si è in clan e noviziato, di fare  durante l ‘estate  una route; ora tutti voi vi chiederete: “ma che minchia è una route.?” (nonostante la mia poca dimestichezza con  l’italiano noto che la parola “minchia” è sempre stata  presente nel mio forbito vocabolario, yuppi!) Eh allora! Un pò di pazienza, ve lo stavo per spiegareeee!

Una route è un campo mobile a tappe; si parte la mattina e, conclusa ogni tappa, ci si ferma si monta la tenda per riposare la notte e, l’indomani,si riparte per una nuova giornata di cammino. Ora, quella di cui vi sto per parlare, è conosciuta da molti scout di Reggio come la mitica “Route di Polsi!”. 

 Polsi  è un paesino che si trova in mezzo a sette montagne. La route iniziò in maniera tranquilla; noi ragazzi del Noviziato partimmo separati dal gruppo dei più grandi appartenenti al Clan Montalto, ci saremmo riuniti a loro negli ultimi tre giorni di cammino, quelli in cui sarebbero iniziati i casini!

Scout: 30.000 in marcia per la Route verso meeting

I primi giorni  scorre via tutto tranquillo, certo durante  la seconda tappa abbiamo smarrito la strada per un breve tratto; ma poi, grazie ad una mitica intuizione del corvaccio (casso Materazzelli è ad ovest, quindi buttiamo sta casso di cartina e andiamo ad ovest!) (quello che leggete tra parentesi è il mio caro amico Peppe Condemi alias “Corvo” che esprime il suo disappunto per la direzione presa e decidendo di proseguire “a naso” ci va dirigere verso ovest; Materazzelli, come avrete intuito, è il paese che ci avrebbe accolto per quella notte.), siamo riusciti a ritrovarla; in realtà sono sarcastico, visto che il sentiero siamo riusciti a ritrovarlo grazie ai segni di pista del CAI e non grazie allo stupido consiglio del Corvo!

Quello del secondo giorno, ovviamente, era solo un presagio di quello che sarebbe accaduto in seguito,quando ci saremmo riuniti al clan, per quella che sarebbe stata una delle ultime tappe, e più precisamente quella che ci avrebbe condotto a Polsi; ora, dovete sapere, che i ragazzi i del Clan sono più grandi e, noi piccolini,  ci sentivamo un pò in soggezione; proprio per questo motivo, quando hanno sbagliato strada, pur sapendolo, non abbiamo avuto il coraggio di dire nulla…che fessi vero? (ricordavo di aver dato spiegazione della differenza di età tra Clan e Noviziato; certo ai tempi oltre all’età ci mancava anche un pò di personalità!)

La nostra storia ci conduce  ad un punto morto, anche la pista del CAI non essendo più battuta si perdeva; il problema fu che, appollaiati dal burrone in cui ci trovavamo, si vedeva sto benedetto paesino  pertanto abbiamo avuto la felice idea di tagliare in mezzo alle montagne….una tragedia! 

avete presente cosa significa scalare un  burrone, ecco quello abbiamo fatto noi, ma al contrario; ci siamo calati giù per un burrone! Durante la discesa abbiamo avuto anche un  ferito, la mia amica Francuzza si è fatta male ad una caviglia e altre due mie compagne di noviziato hanno perso lo zaino giù per il burrone, fortunatamente in seguito i più grandi sono riusciti a recuperare la roba perduta. Durante questa tappa ci trovammo ad accumulare  ben undici ore di ritardo sulla tabella di marcia, arrivando la sera stremati a Polsi, dove io topografo mi presi un casino di mazzate per  aver sbagliato strada e, come se non bastasse, prima di andare a cenare i nostri capi decisero di andare a Messa, non avendo  calcolato che noi poveri pischelli dopo 11 ore di marcia senza pause nemmeno per mangiare eravamo, come dire, un pò stanchi! Ed infatti le conseguenze si videro subito, già  al Padre Nostro avevamo quattro svenuti! Dopo aver deciso di interrompere la messa, andammo tutti a cenare, anche durante il tragicomico pasto ci sarà qualche caduto…più che caduto, svenuta di faccia dentro il piatto!…roba da film vero? Ma non andate via, mica ho finito…..

logo_scouts

Dopo cena ,appena finita la verifica di noviziato (dovete sapere che, ogni volta che la sera era consuetudine verificare le giornata sia nelle cose andate bene che in quelle andate male) tra spazzole che volavano urla e liti,  i topografi , quindi anche noi più piccoli, veniamo   convocati dai capi clan e dal maestro dei novizi…ovviamente ci toccò un cazziatone di dimensioni epiche; ricordo che Filippo, il  maestro dei novizi, ci andò giù pesante mentre  Max “Masìmo” Massimo il  capo clan cercò di buttarla sul ridere anche se, nonostante tutto  anche durante quella riunione ci furono momenti di tensione…..Filippo  quasi si beccava una sediata in testa! Dario, un mio carissimo amico, si addormentò sulla sedia durante il cazziatone. Ricordo che  ci hanno sgridato per  quattro ore di file e, l’indomani, la sveglia avrebbe suonato alle 7!

Come se non bastasse a noi più piccoli toccò lavare tutte le pentoleeee! (Qui ci tengo a precisare che non fu per nonnismo, semplicemente il nostro maestro dei novizi era molto severo mentre il capo clan dopo il cazziatone si è fatto una risata ed ha lasciato andare a dormire gli altri….diverse vedute, niente di che.) Nonostante il lavoro di cambusa riusciamo ad accocchiare  un paio di ore di sonno ed a notte passata siamo tutti pronti a Ripartire!

Ripartendo la mattina, i capi, decidono  di dividere Clan e Noviziato per evitare che combinassimo altri guai, ma non crediate che  le nostre disavventure siano finite lì! Quello che ci stavamo apprestando a vivere infatti, sarebbe stato il giorno più tragico della route! (A questo punto mi fermai nel racconto, probabilmente con l’idea di scrivere la seconda parte che però, non arrivo mai. Nei prossimi giorni voglio provare a fare mente locale per vedere se riesco a tirarla fuori dopo  più di dieci anni la fine di questo racconto!)

Ora vi saluto, nei prossimi giorni tirerò qualcos’altro di interessante fuori fal cilindro, nel frattempo se questo vecchio post vi è piaciuto fatemelo capire con un bel “Like”!

Grazie mille! Ciàciàooo!

“Non sono il migliore del mondo, ma penso che nessuno sia meglio di me”

Pikkio(QQ) Vanitoso

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Filippo
    Set 06, 2005 @ 18:53:06

    ma…sei matto amò?non si può raccontare…eramito poteva solo diventare…un film….cmq é vero é stato uno dei momenti + belli!!!!!!!!!!anke per me!!!!!!baciiiiiiii!!!!!!!!!!

    Rispondi

  2. Vittorio
    Set 14, 2005 @ 14:10:41

    casso casso e casso

    Rispondi

  3. Lulù
    Nov 16, 2005 @ 20:41:17

    ECCOTIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! Allora, è per questo che sei sparito?!?! Che avventura! Davvero un film…sono contenta che ti tu ti sia divertito!…Fatti sentire…

    Rispondi

  4. Trackback: Life : Vi racconto una mia giornata | PikkioQQ.....Vita di un single viziato, ludopatico ma taaanto interessante e simpatico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: