Ripresa….stai a pija per culo???

Bella ragazzi, ciao a tutti!

Eccomi qui a scrivere un nuovo post sul mio Blog personale; ho appena terminato un articolo da pubblicare domani sull’altro Blog…..ah, a proposito ti lascio qui il link dell’articolo sugli effetti benefici della pizza, dagli un’occhiata se ti va!

Vedere due post in due giorni consecutivi sui miei blog di questi tempi sembra proprio un miraggio, lo so!

Mi interrogo ed a volte penso che questa cosa della connessione possa essere anche un alibi; ammetto che nell’ultimo periodo sono stato molto svogliato ma Ti assicuro che quando internet va a manovella e, mentre pubblichi qualcosa, il pc si disconnette e magari la linea torna dopo un bel po’ la voglia passa totalmente; però c’è un però, chi mi conosce sa che sono una persona che non ama lamentarsi e che crede che più che problemi esistano soluzioni pertanto, questo post lo sto scrivendo offline utilizzando potentissimi strumenti (il buon vecchio Word :-P), dopo lo correggerò e infine provvederò a pubblicarlo, questo dovrebbe ridurre un po’ i tempi permettendomi di sfruttare a pieno la connessione che ho a disposizione allo stato attuale.

Bene dopo questa dissertazione tecnica sulle mie risorse internet e sulle mie idee geniali, entriamo nel vivo del discorso; in questi giorni di ozio e dedizione allo spirito ed alla mente ho avuto modo di fare un po’ di riflessioni.

Come tutti sanno sono in cerca di lavoro; credo sia doverosa una premessa, questo discorso lo sviluppo in via generale poiché per me non ha grossa valenza visto che mi arrabatto e me la cavo e soprattutto non reputo quella del lavoro una problematica soprattutto perchè sono uno di quelli che sostiene che se qui non c’è nulla basta far valigia ed andare dove ci sono più opportunità (cosa che io faccio spesso, prendo e parto e …..ciaoneee!!!); ciò detto bisogna anche pensare che per molti la ricerca del lavoro può portare ad un vero e proprio malessere e che non tutti possono prendere e partire per svariati motivi; ovviamente le mie riflessioni si rivolgono a chi ha effettivamente voglia di lavorare e sacrificarsi e, nonostante gli immaturi nullafacenti mammoni italiani siano molti, tante sono anche le persone che hanno voglia di fare.

Guardando un po’ la Tv, leggendo i quotidiani ed ascoltando la radio (si perché io ascolto anche la radio) sento spesso dire dal politico di turno che l’Italia è in ripresa, il lavoro aumenta frizzi cazzi e mazzi……e mi viene da pensare, ma davvero dite? Ma la volete smettere di “coglioniarci”!

Dove queste emerite teste di minchia vedano la ripresa io davvero non lo so. Il lavoro è sempre meno, forse hanno fatto in modo che qualcuno assumesse in maniera più o meno regolare quelli che prima erano dipendenti “in nero” ma nulla più di questo; nessuno assume e in pochi investono e questo ha una logica nella testa delle persone comuni (meno nella testa di politici ed economi che prendono begli stipendi e vivono a Topolinia o Paperopoli).

Come sapete io ho da poco chiuso la mia caffetteria; esperienza importante per la mia vita che mi ha insegnato tante cose, prima tra tutte: mai più investirò o proverò a fare impresa! Mi sono reso conto che lo stato italiano non è a misura di imprenditore (o quantomeno non è a misura di imprenditore onesto); avrei voluto assumere una persona che mi desse una mano ed oltretutto avrei potuto creare un posto di lavoro ma è stato impossibile, avrei chiuso ancora prima facendo debiti e lasciando parecchi arretrati al “povero cristo” che avrebbe accettato di lavorare per me.

So che qualcuno verrà ora a commentare che ci sono tante agevolazioni e minchiate varie, ma lo stato Italiano nelle sue leggi è talmente farraginoso che uno al solo pensiero è già con la valigia in mano pronto ad emigrare!

Io qui vi ho parlato del fare impresa perché questa è stata la mia ultima esperienza ma, anche a voler cercare lavoro come dipendente, è una bella guerra!

Invii curriculum su curriculum e nessuno che ti risponda; non dico per fissarti un colloquio, ma semplicemente per dirti abbiamo ricevuto il suo curriculum oppure non siamo interessati; ad essere sinceri io alcune risposte le ho ricevute, infatti mi hanno comunicato di aver ricevuto il curriculum il Lidl e l’Ikea……si ma loro non sono italiani!!! (ah, dici che forse per questo sono più seri? Non posso darti torto!).

Per quel che mi riguarda vi confesso che la maggior parte dei curriculum li ho inviati in cooperative poiché, essendo educatore professionale, mi piacerebbe lavorare nel mio ambito, che è anche mia passione e ragione di vita; ma anche qui c’è un però, in Italia la maggior parte delle cooperative sono delle vere e proprie mafie! Puoi avere uno o più titoli di studi od attestati, esperienza e passione e comunque non ti cacano manco di striscio! Però, magicamente, se conosci qualcuno, o se qualcuno fa il tuo nome anche laddove non hanno necessità Ti chiamano e magari ti inseriscono…..perchè non sarebbe il caso di farsi scappare una persona preparata come Te! (ovviamente questo non vale per tutte le cooperative perché non sarebbe giusto fare di tutta l’erba un fascio…..è anche vero che io l’erba al massimo me la sono fumata ma non ci ho mai fatto dei fasci, anche perchè io odio i fasci!)

Beh credo che questa riflessione la concluderò qui; per quel che personalmente mi riguarda, quale che sia il sistema, mi adatto poiché non amo estinguermi e, nel caso non sia d’accordo su determinate cose, faccio la mia valigia e riparto che tanto il mondo è grande e bisogna provare a vederne il più possibile; ovviamente questo è il mio pensiero ed una parte del mio modo di vivere (dico una parte perché è talmente tanto articolato il mio modo di vivere che sarebbe impossibile spiegarlo in un solo post), io non amo i falsi moralismi, odio i bigotti e gli ipocrita di conseguenza non sto qui a puntare il dito, proprio recentemente dicevo ad un amico che nonostante voglia continuare le mie battaglie con i mulini a vento, nel caso mi capitasse di beccare un bel “calcio in culo” (anche detto raccomandazione) per una volta mi dimenticherei di essere il paladino della giustizia di sta ceppa e penserei al mio tornaconto ed al mio bene (e no, onestamente non mi sentirei né in colpa, né sporco né tanto meno sbagliato poiché credo che tutti nella vita almeno per una volta abbiano il diritto di guardare il proprio culo; le carote, a forza di prenderle, prima o poi ti stanchi ed impari ad evitarle perché magari fanno male e tu ti sei stancato oltre ad avere il buco del culo delle dimensioni di una galleria).

In conclusione, sulla base della mia esperienza, se posso permettermi di dare un consiglio a tutti coloro che si sentono le ali tarpate e che non ce la fanno più, partite, andate via,o magari restate osate e comunque provate a cambiare ed in ogni caso fate tutto ciò vi è possibile (e che sia lecito ovviamente) per migliorare la vostra condizione e la vostra vita; aspirare a star bene, aspirare a qualcosa di più non è una colpa. Il nostro tempo è limitato e scorre solo in avanti non sprechiamolo perché nessuno ce lo restituisce!

Bene scusate per questo mio delirio e grazie se dedicherete cinque minuti del vostro tempo per leggerlo. Domani magari parleremo del fatto che non esistono più le mezze stagioni, per oggi se vi va spolliciate condividete e sciauzzz!!!

“Non sono il migliore del mondo, ma penso che nessuno sia meglio di me”

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Liza
    Nov 02, 2016 @ 20:10:23

    Lasciamo perdere va’.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: